Scommettere sul tennis, come evitare le truffe

La maggior parte degli scommettitori sceglie di fare previsioni sugli eventi calcistici, ma questi non sono gli unici sui quali si può scommettere. Infatti, ci sono anche in Italia, molti appassionati di tennis.

Il tennis anche se non è tra gli sport più popolari raccoglie a sé diversi fan, che scelgono di scommettere sulle partite e sulle varie gare che si disputano durante l’anno. Ma come si può scommettere sul tennis? E soprattutto come riuscire ad evitare le truffe nelle scommesse? Scopriamolo insieme.

Come evitare le truffe nelle scommesse sul tennis

Per tutte le scommesse sportive, comprese quelle sul tennis, è necessario fare molta attenzione a dove si effettuano le proprie previsioni, specie se si decide di operare online. Come regolamentato dallo Stato Italiano, per essere sicuri che la propria scommessa sia lecita e venga realmente pagata in caso di vincita, bisogna utilizzare solo siti autorizzati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Se vuoi verificare se un sito è affidabile dunque, devi controllare che il sito presenti il marchio AAMS. Inoltre, deve presentare anche il numero di licenza ADM, che può essere verificato direttamente sulla pagina dedicata dell’Agenzia Dogane e Monopoli.

I siti autorizzati a operare nel campo delle scommesse sul tennis da parte di questo ente sono sicuri in quanto controllati e al contempo obbligati ad ottemperare a diverse imposizioni che richiedono la sicurezza dei dati degli utenti e anche dei loro dati bancari.

In definitiva, scegliendo i siti AAMS e con licenza ADM si ha la sicurezza di scommettere su un portale sicuro, dove le scommesse sono valide e non c’è il rischio di veder rubati i soldi accreditati sul proprio conto gioco.

Come si scommette sul tennis?

Per scommettere sulle gare di tennis che vengono disputate durante il corso dell’anno si può scegliere tra diverse opzioni che possono comunque cambiare, seppur lievemente, in base al bookmaker al quale ci si affida per le proprie scommesse online.

Tra i principali metodi di scommessa sul tennis si trovano quelle sulle gare (indicando il vincitore), le scommesse under e over, le scommesse con handicap, quelle definitive e le scommesse in play.

Le scommesse sulle partite o Match Betting sono quelle in cui bisogna indicare il vincitore o il perdente. In questo caso si scommette su una singola partita dell’intera gara.

Le scommesse di tipo definitivo, conosciute anche con il nome di Outright Betting, sono quelle che invece permettono di identificare chi sarà il vincitore dell’intero torneo. Quindi il rischio è maggiore, ma anche le possibili vincite hanno quote più interessanti.

Quando si parla di scommesse sul tennis under/over vengono invece considerati il totale di partite che sono giocate durante un torneo, oppure il numero dei set.

Le scommesse con handicap prevedono due aree di gioco. Ad esempio, si può decidere se un giocatore compenserà il proprio svantaggio o se vincerà, oppure se l’altro giocatore otterrà una vittoria con un vantaggio sull’handicap.

Infine, ci sono le scommesse in gioco, queste si possono fare durante la partita, e permettono di scommettere anche su ogni singolo set sul vincitore o perdente di ognuno.

Come scegliere il giusto bookmaker

Come accennato, il primo parametro di scelta di un bookmaker dev’essere la sua legalità e la presenza della licenza AAMS. Una volta assodato quali sono i bookmaker autorizzati, si deve verificare quali permettono di scommettere sulle gare di tennis. Infine, dopo aver costato i portali che presentano il tennis tra gli sport sui quali piazzare una scommessa, bisogna considerare altri parametri.

Tra questi troviamo le quote proposte. Ogni bookmakers infatti, ha quote più o meno alte a seconda del tipo di scommessa che si piazza. Quindi optare per il sito che offre quote più vantaggiose è sicuramente ideale per riuscire a ottenere un compenso più alto in caso di vittoria.

Un altro fattore da considerare sono i metodi di ricarica del conto e di prelievo. Alcuni siti di scommesse permettono di ricaricare il conto solo con carta di credito o conto corrente bancario. Invece, altri siti presentano anche altri sistemi di ricarica e prelievo di denaro, come ad esempio PayPal, Neteller, oppure le carte prepagate, metodi che sono di solito considerati più sicuri rispetto alla carta di credito o conto corrente bancario.