Bookmakers e Decreto Dignità

La pubblicazione del Decreto Dignità del 2018 ha cambiato il mondo delle scommesse e dei bookmakers. Il governo 5 Stelle-Lega, infatti, con questo decreto per scommettere in sicurezza, entrato in vigore a luglio del 2019, ha vietato la pubblicizzazione del gioco d’azzardo e delle scommesse sportive.

All’interno del Decreto Dignità c’erano diversi argomenti tra questi anche quello destinato al gioco d’azzardo e alla limitazione del fenomeno della ludopatia che nel corso degli ultimi anni è cresciuto sempre di più. Oltre alle scommesse nei centri autorizzati offline, questo Decreto ha avuto effetto anche su quelle online, con un forte aumento della tassazione per gli operatori del settore.

I bookmakers hanno visto così una crescita seria per tutte le tasse che riguardano questo ambito commerciale e finanziario. Inoltre, specie all’inizio a causa del divieto di pubblicizzazione ha influito negativamente anche sul marketing di queste società.

Decreto Dignità: come è cambiato il mondo delle scommesse

Il Decreto Dignità permette di scommettere in sicurezza e limitare il fenomeno della ludopatia. Il decreto blocca ogni attività di pubblicizzazione e marketing indiretta o diretta sia nel campo delle scommesse sportive sia per i casinò virtuali. All’inizio sono stati diversi coloro che si sono opposti a questo Decreto, in quanto preoccupati per l’effetto opposto alla mancata pubblicità, ossia una disinformazione sul gioco d’azzardo. In ogni caso, anche se il dibattito è stato acceso il Decreto è stato approvato ed è entrato ormai in vigore.

Tra i principali cambiamenti che sono stati portati dall’introduzione di questa legge è l’impossibilità di vedere a bordo campo o in televisione, e anche online tutte quelle campagne di marketing che prima servivano a pubblicizzare il betting online sia per quanto riguarda la Serie A sia per la Serie B.

I bookmakers hanno comunque sfruttato il web per continuare a spiegare il funzionamento del gioco d’azzardo, le quote e come scommettere anche in sicurezza. Infatti, sono sorti diversi blog e siti di news che si occupano del settore al fine anche di aiutare i giocatori a riconoscere i comportamenti ludopatici, e scommettere in modo idoneo senza perdere una somma di denaro eccessiva.

L’effetto del Decreto Dignità sulla ludopatia

La ludopatia è una malattia che vede la persona coinvolta eccessivamente propensa al gioco d’azzardo anche con scommesse che superano la propria disponibilità economica mensile. Il Decreto Dignità ha cercato di tenere sotto controllo questo sistema e di diminuire il numero di persone che soffrono di ludopatia. Nel corso degli ultimi anni per questo motivo c’è stata sempre più attenzione nel riuscire a limitare questo fenomeno.

Soprattutto nel gioco online ci sono diversi sistemi di sicurezza al fine d’evitare innanzitutto l’accesso a questi a chi ha meno di 18 anni. Infatti, sono necessarie diverse operazioni per iscriversi ai siti di scommesse online, come la validazione mediante l’inserimento del Documento D’Identità. Cosa che invece purtroppo non è possibile con le macchinette nel bar, in quanto i controlli sono meno attenti.

Quote delle scommesse sono cambiate con il DL Dignità?

L’impossibilità di pubblicizzazione e campagne di marketing ha fatto chiedere a molti se il DL Dignità abbia influito sul mondo delle scommesse, e meglio sulle quote e sui costi. Il DL Dignità in realtà ha influito molto poco sia sui bonus sia sulle promozioni per l’accesso a conti con particolari sconti.

Dunque, le quote sulle scommesse sia per quanto riguarda il mondo dello sport, delle scommesse, del betting sia del casinò online, non sono cambiate con il Decreto Dignità e l’unico effetto che si è riversato sui bookmakers è stato quello che ha portato all’impossibilità di pubblicizzarsi, mantenendo comunque alta l’attenzione delle persone che vogliono giocare in modo sicuro e consapevole.

Scegliere il gioco legale è di sicuro la scelta migliore per riuscire a scommettere online. Il gioco legale permette di giocare in sicurezza, in quanto ci sono anche dei circuiti di verifica per fare in modo che il gioco non precipiti nella ludopatia, questo vale sia per il mondo delle scommesse online sia per quello dei casinò, e dei giochi di carte online.

In conclusione, sfruttando anche i portali di informazione gratuita come il nostro scommesseconsigli.com , è importante utilizzare solo portali autorizzati dall’Adm (ex. Aams) comparando i vari bookmaker.